Il Pesce Spada (Xiphias gladius) è un affascinante predatore degli oceani, noto per la sua spada distintiva e le sue abitudini predatorie. Appartenente alla famiglia Xiphiidae, questo pesce osseo rappresenta una specie di grande importanza per la pesca commerciale e vanta una storia millenaria intrecciata con l’uomo.

Distribuzione e Habitat:

Il pesce spada popola le acque tropicali, subtropicali e temperate di tutti gli oceani, spingendosi anche nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero, nel Mar di Marmara e nel Mar d’Azov. Si tratta di un pesce pelagico che, in alcune circostanze, può avvicinarsi alle coste. Predilige le acque superficiali, ma può scendere fino a 800 metri di profondità, pur preferendo generalmente temperature tra i 18 e i 22°C. Nelle zone fredde, compie migrazioni verso sud durante l’autunno.

Biologia del pesce spada

Il pesce spada si distingue per il suo corpo fusiforme, a sezione cilindrica, che si restringe nella parte posteriore. La sua caratteristica più evidente è la “spada“, formata da un’estensione appiattita e tagliente della mascella superiore, che può raggiungere un terzo della lunghezza del corpo. Anche la mandibola è allungata e appuntita, ma di dimensioni inferiori. Gli occhi sono grandi e sporgenti. Presenta due pinne dorsali: la prima alta e a base breve, di forma subtriangolare (più lunga nei giovani), e la seconda piccola e situata posteriormente. Le pinne anali sono anch’esse due: la prima triangolare e non molto grande, mentre la seconda è opposta e simile alla seconda dorsale. La pinna caudale è ampia e falcata, sorretta da un peduncolo caudale sottile con due carene laterali. Le pinne pettorali sono lunghe e a forma di falce, mentre le ventrali sono completamente assenti. Negli adulti mancano scaglie e denti. La livrea varia dal grigio piombo al brunastro sul dorso, con riflessi metallici sui fianchi e bianco sul ventre. Il pesce spada può raggiungere dimensioni ragguardevoli, superando i 4,5 metri di lunghezza e sfiorando i 500 kg di peso. La taglia media si aggira intorno ai 3 metri.

Nuotatore eccezionale, il pesce spada è in grado di compiere migrazioni anche su lunghe distanze oceaniche. Conduce generalmente una vita solitaria, ma può essere avvistato anche in coppia. Una peculiarità di questa specie è la presenza di un particolare meccanismo fisiologico che consente di riscaldare fino a 20°C al di sopra della temperatura ambientale l’encefalo e gli occhi, un vantaggio in un ambiente con temperature variabili. Determinare l’età degli individui è complesso a causa delle ridotte dimensioni degli otoliti e dell’assenza di scaglie negli adulti. Per questo, si ricorre all’analisi delle sezioni dei raggi delle pinne.

Alimentazione del pesce spada

Predatore versatile e opportunista, il pesce spada sfrutta una varietà di risorse trofiche. La sua dieta si basa principalmente su pesci come sgombri, aringhe, aguglie e calamari. Durante la caccia, utilizza la spada come un’arma per stordire o colpire le prede.

Riproduzione:

La riproduzione avviene durante la stagione calda. Le femmine depongono fino a 800.000 uova pelagiche, piccole (meno di 2 mm) e dotate di una goccia d’olio che ne favorisce il galleggiamento. Alla schiusa, le larve misurano circa 4 mm e presentano notevoli differenze rispetto all’adulto. Il rostro tipico compare solo quando raggiungono circa 1 cm di lunghezza. I giovanili hanno entrambe le mascelle allungate, scaglie, denti, una singola pinna dorsale lunga e un’unica anale. La crescita è molto rapida, con le femmine che maturano più velocemente dei maschi.

Pesca al pesce spada:

Il pesce spada riveste un ruolo significativo nella pesca commerciale e sportiva, con catture prevalentemente effettuate mediante palamiti derivanti e reti da circuizione. Oltre alla pesca commerciale, il pesce spada viene pescato sportivamente in traina d’altura e traina con il vivo. A livello globale, la pesca di questa specie si concentra nel Pacifico nordoccidentale, nel Mediterraneo e nel Pacifico centro-orientale. I maggiori produttori sono Giappone, Stati Uniti, Italia, Spagna, Canada, Corea del Sud, Taiwan, Filippine e Messico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *